Selezione e Premio

La giuria di ILLUSTRAZIONI IN MOVIMENTO, bando per illustratori promosso dalle Associazioni di Promozione Sociale Emmi's Care ed Edufrog, annuncia oggi la vincitrice del concorso il cui invito a reinterpretare un'illustrazione, con cui Klara Pap ha documentato per prima il naturale movimento del bambino, impreziosendo il lavoro di Emmi Pikler è stato accolto da quattro paesi europei. La commissione presieduta da Francesca Archinto (Babalibri) e composta da Fausta Orecchio (Orecchio Acerbo), Stefano Laffi (Codici Ricerche), Francesca Romana Grasso (Associazione Edufrog) e Alice Gregori (Associazione Emmi’s care) ha annunciato che la vincitrice di questa prima edizione del bando è

Matilde Lidia Martinelli
Matilde Lidia Martinelli con la seguente motivazione: La tavola evidenzia una corretta visione del corpo del bambino e del suo movimento, una buona tecnica e una bella scelta cromatica. Il movimento del bambino è reso nella sua dimensione più naturale e avvolgente per l'infanzia, ritraendo un momento ludico condiviso tra più bambini, in cui il piano simbolico e la dimensione avventurosa si auto alimentano.

La commissione ha altresì attribuito tre menzioni, rispettivamente a:

Simona Pasqua
Simona Pasqua con la seguente motivazione: L'uso dei colori rende conto della natura unitaria del corpo, in cui -senza soluzione di continuità- un'infinità di cellule, fibre, fasce, concorrono per rendere fluido il movimento spontaneo.

Matteo Pagani
Matteo Pagani in quanto: la composizione evidenzia con grande eleganza che i gesti di cui il bambino fa esperienza da piccolo vengono com-presi e inseriti in un repertorio a cui continuerà ad attingere nel corso della vita.

Irene Temperini
Irene Temperini poiché: il movimento del bambino è reso con eleganza cromatica e compositiva, ricordandone l'universalità attraverso la cifra evocativa.

Queste tavole, affiancate da altre 7 realizzate da altrettante illustratrici in concorso - Monica Bosco, Alexandra Stendl, Ceccarelli Pamela, Cecilia Valagussa, Francesca Longo, Helena Costa, Mara Malanga – andranno a costituire il corpo di una mostra itinerante.

Agli autori l'organizzazione offre un seminario per approfondire la conoscenza del naturale sviluppo motorio del bambino, per contribuire ad accendere sguardi sempre più attenti nei confronti del movimento ai fini del benessere della persona, fin dai primi giorni di vita.

Di questo e molto altro parleremo all'incontro alla Bologna Children’s Book Fair, martedì 4 aprile, ore 13.30, alla sala Allegretto con “Sguardi d’infanzia: illustrazioni in movimento” dove vi aspettiamo per raccontarvi la genesi della prima edizione del concorso e condividere il senso del progetto più ampio di cui il concorso è parte.






Perchè illustrazioni in movimento?

Il concorso nasce dalla collaborazione di due associazioni (Emmi's Care e la neonata Edufrog aps) che collaborano da anni per promuovere una cultura rispettosa dell'infanzia e di chi se ne prende cura.
Finalità del concorso di idee sono:

  • promuovere la conoscenza del lavoro della pediatra ungherese Emmi Pikler, con particolare riferimento ai suoi studi sullo sviluppo motorio spontaneo del bambino
  • un tributo al lavoro visivo di Klara Pap che contribuì significativamente a far comprendere quando messo in luce dalla dottoressa Pikler
  • agevolare un dialogo tra illustratori, psicomotricisti, pedagogisti, editori e sociologi, e con tutte le figure che a vario titolo si occupano di infanzia
  • offrire agli illustratori la possibilità di approfondire la conoscenza sullo sviluppo motorio del bambino attraverso un apposito seminario
  • sensibilizzare tutta la cittadinanza attraverso una mostra itinerante

Chi siamo

EMMI’S CARE... le cure di Emmi, un nome per un’associazione di promozione sociale fondata nel 2013 da Alice Gregori, psicomotricista e studiosa dell’approccio Pikler, insieme a colleghe psicomotriciste impegnate in diversi ambiti, che vogliono onorare il prezioso contributo della pediatra Emmi Pikler (1902-1984) che con il suo lavoro pose l’attenzione sull’importanza di uno sviluppo motorio libero, in cui posizioni e movimenti non sono anticipati o insegnati dall’adulto, ma vere e proprie conquiste del bambino, ricche di occasioni di scoperta, conoscenza e apprendimento.

Le esperienze di Emmi Pikler, prima come pediatra di famiglia, poi come direttrice dell’Istituto Loczy (1946-1979) le permisero anche di approfondire il ruolo dell’educatrice , l’osservazione e le cure quotidiane del bambino piccolo. (Approfondimento: Emmi Pikler, le origini del suo contributo)

L’associazione si è costituita dopo anni di approfondimenti, ricerca applicata e integrazioni, per favorire la diffusione dell’approccio Pikler, della psicomotricità e per sostenere buone pratiche di cura, prevenzione ed educazione rivolte all’infanzia e alle famiglie. (www.emmiscare.org)

Edufrog aps è nata nell'estate 2016 per impulso della pedagogista Francesca Romana Grasso per realizzare attività di ricerca, studio e sperimentazione che trovano ispirazione nel lavoro di autori come Emmi Pikler, Maria Montessori, Elinor Goldschmied, Bruno Munari, Jella Lepman, Stig Dagerman, Astrid Lingreen, Guus Kuijer. L'associazione riconosce nelle diverse espressioni artistiche -e prioritariamente nella letteratura- linguaggi atti a favorire una metariflessione sulle responsabilità educative di ogni cittadino e della comunità nella sua interezza. Edufrog aps si adopera per favorire un significativo avvicinamento al libro e al gioco, ritenuti essenziali per una crescita armonica e garante di pari opportunità. (www.edufrogaps.org)

Da tre anni Alice e Francesca hanno avviato un percorso che ha visto alternarsi momenti di formazione condivisa, ricerca applicata e supervisione reciproca su progetti ed azioni finalizzate ad accompagnare la crescita. Hanno scritto a quattro mani il Manifesto di alleanze educative e di cura (www.educative.it) -rappresentato visivamente da Mariana Chiesa Matheos e Armin Greder- all'interno del quale sono sorti un circolo di studi muldisciplinare e una comunità di pratiche che si interrogano su come garantire un adeguato sviluppo motorio, emotivo e cognitivo ai bambini nella cornice dei servizi all’infanzia di oggi.

Dal 2014 sono impegnate nell’organizzazione del Festival per l’infanzia e le famiglie, Family Care giunto alla sua terza edizione (www.familycare.bs.it), nel cui ambito il 28 maggio 2016 si è svolto un incontro pubblico dal tema “IL MONDO INTORNO: quali relazioni, azioni e oggetti per l'infanzia oggi?”

Il concorso